.0 #coronavairuseide Orrore. Un anno di #coviddi. E abbraccia un cinese. Subito, dicono sia giunto da Wuhan, dal quale già arrivò la peste del 1300, quando i mongoli infettati, in uno dei primi episodi di batteriologia / biologica lanciarono pezzi di animali infetti nell'enclave genovese in Crimea. "Ma non ci vorrete mica credere?", Andranno in quarta con la loro sicumera dei babbei che pochi mesi dopo si scopriranno invece pretoriani de Lascienzah. #statteAcccasa. #loccheddaun con #droni. Un politico, preso dall'entusiasmo, ferma lo sport per dare "il senso di gravità". Permanente. I cantori della loro demenza, dal balcone ci fanno coraggio. Si sfoggiano hashtag assurdi. #adottaUnCinese. Le terapie intensive però si riempiono. I più gravi s'intubano a panciasotto. I morti di covviddi non si contano. Ma sono con o per? Non si sa. I militi, portano via bare con i camion a Bergamo perché hanno vietato alle onoranze funebri di fare il loro lavoro. Mostrando l'ordinanza in diretta streaming lo spiega un'addetta, che poi verrà defenestrata dal social. Ciao Pam, sei tutti noi, ma che bene hai fatto? I nonni nelle RSA, purtroppo ci lasciano. La colpa è dell'inquinamento, ci dice qualcuno. No, qualcun altro avanza il sospetto dell'influenza dell'antifluenzale. Erano tutti stati vaccinati. Nel dubbio, nessuna autopsia: è sconsigliata. Lo dicono i #protocolli alla gon-pao piccante che noi abbiamo adottato. Roba cinese. Usiamo i loro, che geni. La sensazione che, però, manchi il #protocollo di controllo dei protocolli a qualcuno viene. Malfidente. Fa le autopsie lo stesso e scopre che su quei protocolli ci sarebbe molto da dire. Arrivano i russi, gli esperti NBC. Studiano. Sputnik V. Nel mentre, regaliamo agli USA una mezza milionata di tamponi; poi, quando ci serviranno, scopriremo di non averli. Dettagli. E sempre nel mentre, tu, metti 'a mascherina / museruola; metti-togli-metti-togli, anche se non serve ad una mazza. Cosa che te lo dirà poi anche l'OMS, ma in Italia si fa finta di non sentirla; preferiscono credere che una trama di cotone le cui maglie sono misurate in millesimi di millimetro blocchino nugoli d'esosomi, larghi però pochi angstrom. Si tratta di 6 ordini di grandezza inferiore, ma son dettagli. Non scassate, la museruola "è egoista ma altruista", spiegherà un medico. La portino anche i sani. Si chiude tutto. Preparatevi per la #DaD, che a scuola non si torna. A Bolzano, una camionetta della protezione civile s'assicura, raccomandandocelo compulsivamente, che non si deve uscir di casa. Lo fa con accento tedesco, fermo e cadenzato, così per alleggerire gli animi dei reclusi senza mandato giudiziario. La distorsione dei megafoni richiama la parlata dell'imperatore marziano di Mars Attack: "tac-taac-tac, tac-tac, taaack!". Ma # andrà TuttoBene diventa l'hashtag di tendenza del periodo su twitter. Quando si può, fate la fila al supermercato, che è ad accesso contingentato. Museruola e guanti calzati, si compra pochi alla volta, poco alla volta. Apposta; in modo da dover tornare, così si ha una scusa per uscire. Sembra però di vedere i film della seconda guerra mondiale con le code interminabili annonarie o della DDR. Un anno dopo, quelle code, vere, le vedremo a Milano alla mensa della Caritas. La classe media che ha fame smentisce così il ministro all'economia, quel signore #obbellociao, il Gualtiero Gualtieri, che aveva sostenuto "nessuno perderà il posto di lavoro per il coviddi". La mensa la chiuderanno in fretta e furia dopo i servizi giornalistici, sapete la potenza dell'immagine: lo spettacolo non s'ha da vede '. Non sta bene. Sia mai che qualcuno dei tacchini da balcone faccia girare le rotelline in testa. Torniamo indietro: si piscia il cane, pur d'uscire. Ma io come diavolo posso fare? Ho tre gatti. E quelli fanno da soli. Provo a convincerli ad abbaiare, fallendo. Loro sono stupiti nel vedere il branco costretto in tana tutto il santo giorno. Ma fanno i gatti: dormono, mangiano ed evacuano (nella lettiera). Se vi pescano fuori tana, pretendono l'autocertificazione. Ma perché, con quale ratio? Non è dato sapere: "metti il ​​tutù rosa e firma". Torna il salvacondotto. La Costituzione? Non dite che è sospesa, nemmeno compressa. C'è, è li; evidentemente, al momento, dimenticata. Continuare un goglottare dal balcone. E non improvvisatevi giuristi. Internet s'ingolfa, tutti passano le giornate connesse. Tutti a casa a seguire i numeri, le curve. Ansia. Ho amici che hanno studiato appositamente statistiche per spiegarcela. Che poi arrivano i banchi rotellati. Occhi livorosi prima che invidiosi scandagliano le strade. È la caccia ai corridori, ai runner che dirlo in inglese da quel tocco di non so che; dannati loro che osano respirare. #statteaccasa! Salta fuori che, l'OMS, l'ente che detta le politiche sanitarie agli stati, è praticamente in mano ad un miliardario del software ed il 78% dei fondi dell'ente sono ear-mark, che poi significa concessi da privati ​​e da questi destinati. Che vuol dire? Per me, che un miliardario decide per l'OMS, che decide per l'Italia, che decide per me. Che alla fiera dell'est mio padre comprò. La cosa mi piace sempre meno. Intanto, scoppia la bomba Report. Dice Ranucci: "il piano pandemico italiano non è aggiornato dal 2006". Siamo nel 2020 ed io, che penso male, traviso l'adozione dei protocolli a mandorla lo scorso marzo. Fatti #tampona 'con'a PCR, che non serve ad una mazza; di sicuro non servono alla diagnosi, te lo dice il Nobel che l'ha inventata; eppure Lascienzah s'è convinta che l'inventore della PCR, poverino, della sua invenzione non ci capisca un cazzo. S'è sbagliato. Ed infatti, il club di dotti bastona

 

PCR, poverino, della sua invenzione non ci capisca un cazzo. S'è sbagliato. Ed infatti, il club di dotti bastona già che c'è, anche l'altro Nobel, il Montagnier. Quello dell'AIDS. "Siccome non è allineato, è rincoglionito", sentita con le mie orecchie da un suo esimio collega. Cosi, il francese Raoult, messier idrossiclorichinà (apprezza l'accento che è detto alla francese), microbiologo, docente universitario, capo di unità di crisi specialistiche e dal curriculum lungo cosi, viene trasformato da super-mega-esperto a caracazzotto in camice, poco affidabile. Gli stessi, poi, vanno contro il quasi Nobel Giulio Tarro. La colpa? Tutti loro hanno osato sollevare dubbiosi un sopracciglio. Non si fa, non lo sanno che Lascienzah non è democratica ed ha decretato come esista una #pandemia? Hanno modificato le giuste definizioni un attimo prima, ma questi son dettagli che infastidiscono pochi. Con la riedizione della «Ad abolendam diversarum haeresum pravitatem», la bolla che istitui la Santerrima Inquisizione nel XII secolo, ci condiscono il nostro vivere, mettendoci ogni giorno a parte delle loro peggio porcate mediche. Arrivano a dire "la vitamina Ce D vi fanno male". Vanno evitate come il morbillo. La lattoferrina pura. L'idrossiclorochina, pur usata in USA e Francia, viene bandita con la scusa di uno studio pubblicato su Lancet. Su Lancet! Quell'altro farmaco usato dai giapponesi, l'Avigan, non serve ad un tubo. Ecco, qui forse un po 'di ragione potrebbe avercela, ma chi sono io per dirlo? Dopo un po 'l'immarcescibile Lancet, messo all'angolo dalle evidenze, ritira lo studio sull'idrossiclorichina. Oh, è un grande peccato. Leggetelo con accento napoletano, che rende di più come commento. Sarebbero risultate palesi antinomie nello studio, studio che poi si scoprirà essere stato presentato da una società fallita o sull'orlo di. Le autorità all'amatriciana stranamente non si registrano però il ritiro del Lancet e resta inspiegabilmente il divieto all'uso. Ci vorrà del TAR per rendere di nuovo disponibile la molecola. Ma tranquilli, il protocollo di cura domiciliare si fonda tutto sulla tachipirina. Nel dubbio, voi altri, quarantinizzatevi. Fiduciariamente, per senso civico. Senso di responsabilità. Dovete stare al chiuso che il vairus sopravvive (è praticamente un sasso, ricordiamolo) all'esterno 8 giorni. Sopravvive? Lo dice Lascienzah. Sarà che ci considerano stupidotti, incapaci di capire, sarà questione di semplificazione pretesa da esigenze di divulgazione, ma a me pare una cosa degna invece di confutazione. Sopravvive. Qualcuno, quindi, fa igienizzare le spiagge, le spiagge! Ipoclorito di sodio a spruzzo. Qualcun altro con l'elicottero coordina le forze dell'ordine che a terra braccano chi osa stare da solo in spiaggia. I vairus chi colpisca isolato in spiaggia, non è dato sapere. Forse, si teme il contro-salto di specie sui paguri. La vita di Pagurs (granchio eremita) è importante. Occinqueggi! Dall'altra parte d'Italia, in un'altra spiaggia, si mettono in posa i soldati, armati e bardati di tutto punto fra i primi bagnanti; poi, si scoprirà essere un servizio di pubbliche relazioni. Ma i giornaloni #meinStream (no, non è un refuso, ma una constatazione) pubblicano, lo stesso, limiter intendere un controllo militarizzato del territorio. La figura di palta è fatta. Le #terapielntensive sono al collasso. In ospedale, non ci vai proprio. Succede a me, che incorro in un brutto incidente a luglio in bici. Un vecchietto pirata con l'elettrica mi taglia la strada in ciclabile. Freno, si blocca la ruota anteriore e mi scopro arare l'asfalto con spalle e gengive. Sono un bestione da 130Kg, impatto mi diranno poi- perculandomi- lascia un segno sul manto stradale. So solo che fa un male cane, probabile sublussazione della spalla destra. Malgrado le insistenze, io stoico quanto Seneca, il dolore me la tengo pur di non vedere il pronto soccorso. Lì ti tamponano e per me ti becchi il coviddi. La cosa però, ammetto, non mi piace. Impiegherò un mese di convalescenza per tornare solo a muovere il braccio e dopo una stagione, fatico ancora a prendere il contenitore del caffè al quarto livello della credenza in cucina. Le visite specialistiche negli ospedali sono rinviate. Voi, firmate sempre l'autocertificazione. Raggi infrarossi vi scavano la fronte per capire se avete la febbre. Un consiglio, porgete semper il polso, anche a quel coglione del centro commerciale che s'ostina a misurarvi la temperatura sulla fronte. "Ma li, prende meglio", il cretinetto la confonde con Radio Maria. Seguite il dippicci-emme. Ah, no ora è un #DL. Viene pure convertito. Ma poi è di nuovo un dipici-émme. Fermo, che sei asintomatico, untore maledetto! Seconda passata, pardon, ondata. È colpa della movida d'agosto, "occorre un lockdown totale". Ma vieni? siamo a Ottobre e il coviddi ci avete detto ha un tempo d'incubazione di 15 giorni (in realtà 3, ma la si prende un po 'larga). Curalo colla tachipirina, come se non ci fosse un domani; poco importa che non si curi una infiammazione con antipiretici. Sei medico tu? No. Allora taci. Partono i primi mantra del #ioMiVaccino. E sono pure convinti. "Solo col vaccino se ne esce". La colpa, comunque, è degli aperitivi: #assembramento. Eppure, l'assembramento al funerale di Maradona miracolosamente non sortisce un malato, fosse uno. Nemmeno uno straccio di colpo di tosse. Miracolo napoletano che però consuma il bonus di S.Gennaro e la #tissotropizzazione del contenuto dell'ampolla non avviene. "Marooo 'brutto-brutto segno", dicono accarezzando il cornetto. Intanto, della mascherina, a mezza voce, il comitatone nato per parare le polemiche a Conte, riconosce come "non senso scientifico, ma sia segno di rispetto". Capito, babbei? Dovete portare rispetto. Gli sceriffi da balcone, beoti come tacchini, goglottano felici. #MettiLaMascherina, mi ha ripreso una commessa. E poi, è subito #cashback, acquistate col dAnaro-bit! Poco importa che serva solo alle banche, sulle banconote ci stanno i batteri. Ma come, non era un vairus, che c'entrano ora i batteri? come comica. Lo dice dai megafoni di mammarai parlando, ad onor del vero, del contenuto del vaccino. E di polpettoni. L'infelice uscita lascerà il tempo che trova, convinto che i suoi sostenitori le perdoneranno tutto. Ora tornate a casa, vi Siete contagiati. Ma non lo sapete. Siete asintomatici. Lo conferma la PCR dopo almeno 30 cicli di amplificazione. Oltre al coviddi vi sono la sequenza genica dell'asinina che avete fatto nel 1976. "Il vaccino è l'unica via di salvezza" , ripetete con me. E le cure? Zitto, #negazio nista! Qualche babbeo ha giocato col significato e significante della parola, in una finissima operazione di manipolazione di massa. Chi dubita è diventato ora, per certi coglioni, addirittura un negazionista. Programmazione. È tutta una chiara ed evidente programmazione. Solo che funziona edi più sono certi che chi brontola sia il problema, quando in realtà lo sono loro. E poi è subito variante, altri lockdown arcobaleno. Capiamoci. Gonfiano di vaccini e gli inglesi s'ammalano della variante. Che strano. Gli inoculi MRNA che producono un picco di proteina simile e questi s'ammalano di una variante della proteina. E Lascienzah, quella roba non democratica, resta umile. Il vaccino, anche se non è tale poiché agisce con meccanismi di terapia genica (è un riprogrammatore genetico), si stampa con una stampante 3D. Chimica. Ha un tasso d'errore, la stampante, importante per stessa ammissione del produttore che ne ha progettate diverse. "Non capisci un cazzo", m'apostrofa un assistente operatore sanitario su twitter. Sarà, ma lei s'è vaccinata. Fieramente. Me lo twitta a mo di sfida. O sfiga. Per fortuna, per lei tutto bene; tant'è, che riesce a vomitare comunque tweet. Il #vaccino arriva in Italia, con una fanfara imbarazzante; non plana in aereo ma giunge liturgicamente in camion scortato. Subito emerge una stranezza. Va conservato a -80 °, eppure i sanitari riescono a manipolare le fiale appena estratte dai box a mani nude. Ci sono perfino le foto ed io resto perplesso. "Avranno doti particolari", mi dico. Questo vaccino ha delle proprietà supplettive. Porta le persone a mostrare il miglior lato di sé. Pur scoprendo come il vaccino-non-vaccino sia supportato da una sperimentazione parziale, i cui risultati finali saranno pubblicati entro dicembre 2024, ci saranno persone che minaceranno larvatamente di TSO chi non intenda sottoporsi al trattamento. Rectius: alla sperimentazione. Qualcuno, poraccio, arriverà ad evocare il passaporto vaccinale per entrare al bar, al ristorante, al supermarket. Ma guai a evocar spettri e fare parallelismi con periodi oscuri e bruni di un'ottantina d'anni fa. FB inizia la censura attiva. Gli algoritmoni di IA bacchettano gli utenti, si chiudono gruppi contro i loro sacri vaccini. È il santo #crackdown contro gli eretici. Così, ad mentulam canis. C'è perfino qualche obnubilato preso dalla sindrome di Stoccolma che li giustifica "eh, ma si è casa loro, che pretendi?". Anima candida. Come se le leggi di uno Stato smettano di valere perché si sia in Internet. Intanto da noi, arriva il drago che incenerisce il conte. Ci rivediamo a Pasqua 2050.