Recent Updates
  • STORIA D' EUROPA
    Benché nessun libro di scuola parli di Kalergi, le sue idee sono rimaste i principi ispiratori dell’odierna Unione Europea. La convinzione che i popoli d’Europa debbano essere mescolati con negri e asiatici per distruggerne l’identità e creare un’unica razza meticcia, sta alla BASE di tutte le POLITICHE COMUNITARIE volte all’integrazione e alla tutela delle minoranze. NON si tratta di PRINCIPI UMANITARI, ma di DIRETTIVE emanate con SPIETATA determinazione per realizzare il più grande GENOCIDIO della storia.
    In suo onore è stato istituito il premio europeo Coudenhove-Kalergi che ogni due anni PREMIA gli europeisti che si sono maggiormente distinti nel perseguire il suo piano criminale. Tra di loro troviamo nomi del calibro di Angela Merkel o Herman Van Rompuy.
    Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei MOVIMENTI ETNICI separatisti o l’ IMMIGRAZIONE allogena di massa.
    ELIMINANDO per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. ABOLENDO il principio dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge e evitando qualunque critica alle minoranze con leggi straordinarie che le proteggano, si riuscirà a reprimere la massa.
    I SOSTENITORI della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori.

    https://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/
    STORIA D' EUROPA Benché nessun libro di scuola parli di Kalergi, le sue idee sono rimaste i principi ispiratori dell’odierna Unione Europea. La convinzione che i popoli d’Europa debbano essere mescolati con negri e asiatici per distruggerne l’identità e creare un’unica razza meticcia, sta alla BASE di tutte le POLITICHE COMUNITARIE volte all’integrazione e alla tutela delle minoranze. NON si tratta di PRINCIPI UMANITARI, ma di DIRETTIVE emanate con SPIETATA determinazione per realizzare il più grande GENOCIDIO della storia. In suo onore è stato istituito il premio europeo Coudenhove-Kalergi che ogni due anni PREMIA gli europeisti che si sono maggiormente distinti nel perseguire il suo piano criminale. Tra di loro troviamo nomi del calibro di Angela Merkel o Herman Van Rompuy. Kalergi proclama l’abolizione del diritto di autodeterminazione dei popoli e, successivamente, l’eliminazione delle nazioni per mezzo dei MOVIMENTI ETNICI separatisti o l’ IMMIGRAZIONE allogena di massa. ELIMINANDO per prima la democrazia, ossia il governo del popolo, e poi il popolo medesimo attraverso la mescolanza razziale, la razza bianca deve essere sostituita da una razza meticcia facilmente dominabile. ABOLENDO il principio dell’uguaglianza di tutti davanti alla legge e evitando qualunque critica alle minoranze con leggi straordinarie che le proteggano, si riuscirà a reprimere la massa. I SOSTENITORI della Globalizzazione si sforzano di convincerci che rinunciare alla nostra identità è un atto progressista e umanitario, che il “razzismo” è sbagliato, ma solo perché vorrebbero farci diventare tutti come ciechi consumatori. https://identità.com/blog/2012/12/11/il-piano-kalergi-il-genocidio-dei-popoli-europei/
    1
    0 Comments 1 Shares
  • Se San Pio V avesse promosso il dialogo con l’Islam, invece di convocare la Lega Santa; se don Giovanni d’Austria avesse congiurato con il Sultano per interessi personali e la Repubblica di Venezia avesse taciuto su quelle che oggi chiameremmo «violazioni dei diritti umani» inflitte dagli Ottomani ai Veneziani di Cipro; se il Re di Spagna o i Duchi e Granduchi in Italia avessero invocato la laicità dello Stato, ai popoli dell’Europa cattolica non sarebbe mai stato possibile combattere e vincere.

    Chi oggi comanda veramente non fa parte delle Istituzioni, ma se ne avvale corrompendone i funzionari, ricattando coloro che ha messo lì per poterli manovrare a proprio piacimento estromettendo gli onesti, controllando l’opposizione.



    Perché i movimenti popolari – anche quelli motivati dalle migliori intenzioni – hanno bisogno di capi, di guide carismatiche, di un’autorità che li guidi e che ne coordini l’azione.



    Per questo la crisi che stiamo attraversando è così grave: essa parte da una crisi dell’autorità, da una mancanza di principi e valori morali che animi e orienti chi comanda ancor prima di chi obbedisce, dal considerare il proprio ruolo come un’occasione per curare i propri interessi che non per fare il bene della comunità. Lo stesso accade anche nella Chiesa: pensate solo all’appiattimento dei Vescovi alla narrazione sul COVID, a come hanno prontamente chiuso le chiese, a come hanno raccomandato ai fedeli di vaccinarsi, usando l’autorità e il prestigio del Papato per sponsorizzare prima il siero genico e oggi la transizione ecologica, altro chiodo fisso del Great Reset teorizzato da Klaus Schwab Rothschild.



    Politici, parlamentari, magistrati, medici, giornalisti, chierici: sono tutti asserviti alla narrazione psicopandemica, ed altrettanto pronti ad accettare acriticamente le teorie assurde e scientificamente confutate del riscaldamento globale, solo perché i loro padroni hanno deciso di speculare prima sull’emergenza pandemica e ora sul green, usando un’altra emergenza come pretesto per imporre il green pass – che non a caso si chiama green – e con esso ulteriori privazioni delle libertà naturali dei cittadini.



    Avrete compreso che tutto ciò che ci viene presentato come giustificazione alle loro azioni è sempre e solo un pretesto che non ha nulla a che vedere con le loro intenzioni criminali. D’altra parte, se ci dicessero chiaramente – e non solo anticipandolo nelle pubblicazioni dei loro convegni per addetti ai lavori – che vogliono ridurre in schiavitù la popolazione, non riuscirebbero a ingannarci tutti.



    Ma come possiamo considerare normale che i medici non curino i malati e si vendano alle case farmaceutiche?

    In tutte le parti del mondo in cui vige la psicopandemia, il popolo scende nelle piazze e manifesta il proprio dissenso. I media di regime – in pratica tutti – tacciono sistematicamente quello che però possiamo vedere su internet, nonostante la censura dei social: decine di migliaia di persone, centinaia di migliaia di persone in Francia, in Germania, in Olanda, in Grecia, nei Paesi dell’ex Jugoslavia, in America, in Australia, in Canada… in Italia.



    Ci siamo svegliati un po’ tardi, è vero, ma stiamo cominciando a capire che ci hanno ingannato per quasi due anni, raccontandoci cose che non corrispondevano alla realtà, dicendo che non c’erano cure, che si moriva di COVID mentre uccidevano deliberatamente i contagiati per farci accettare mascherine, lockdown e coprifuoco. Oggi ci dicono che ci sono cure, solo perché le case farmaceutiche hanno brevettato a costi esorbitanti (e con effetti collaterali gravi) quei farmaci disponibili da anni (senza reazioni avverse) a prezzi bassissimi. E nessun magistrato ha nulla da dire.



    Come possiamo tacere dinanzi ai conflitti di interessi di membri del CTS, dell’AIFA, dell’EMA e dell’OMS?

    Comprendete bene, cari fratelli, che quando un’autorità che è finalizzata al il bene dei cittadini viene usata per corromperli, impoverirli, schiavizzarli e addirittura debilitarli o eliminarli fisicamente, quell’autorità viene meno, perché se ne abusa.



    L’obbedienza che ci viene chiesta a leggi tiranniche diventa complicità, perché con un ricatto ci impone azioni irrazionali e potenzialmente dannose, che in normali condizioni rifiuteremo di compiere.
    https://www.renovatio21.com/mons-vigano-rosario-per-la-fine-dellemergenza-pandemica/
    Se San Pio V avesse promosso il dialogo con l’Islam, invece di convocare la Lega Santa; se don Giovanni d’Austria avesse congiurato con il Sultano per interessi personali e la Repubblica di Venezia avesse taciuto su quelle che oggi chiameremmo «violazioni dei diritti umani» inflitte dagli Ottomani ai Veneziani di Cipro; se il Re di Spagna o i Duchi e Granduchi in Italia avessero invocato la laicità dello Stato, ai popoli dell’Europa cattolica non sarebbe mai stato possibile combattere e vincere. Chi oggi comanda veramente non fa parte delle Istituzioni, ma se ne avvale corrompendone i funzionari, ricattando coloro che ha messo lì per poterli manovrare a proprio piacimento estromettendo gli onesti, controllando l’opposizione. Perché i movimenti popolari – anche quelli motivati dalle migliori intenzioni – hanno bisogno di capi, di guide carismatiche, di un’autorità che li guidi e che ne coordini l’azione. Per questo la crisi che stiamo attraversando è così grave: essa parte da una crisi dell’autorità, da una mancanza di principi e valori morali che animi e orienti chi comanda ancor prima di chi obbedisce, dal considerare il proprio ruolo come un’occasione per curare i propri interessi che non per fare il bene della comunità. Lo stesso accade anche nella Chiesa: pensate solo all’appiattimento dei Vescovi alla narrazione sul COVID, a come hanno prontamente chiuso le chiese, a come hanno raccomandato ai fedeli di vaccinarsi, usando l’autorità e il prestigio del Papato per sponsorizzare prima il siero genico e oggi la transizione ecologica, altro chiodo fisso del Great Reset teorizzato da Klaus Schwab Rothschild. Politici, parlamentari, magistrati, medici, giornalisti, chierici: sono tutti asserviti alla narrazione psicopandemica, ed altrettanto pronti ad accettare acriticamente le teorie assurde e scientificamente confutate del riscaldamento globale, solo perché i loro padroni hanno deciso di speculare prima sull’emergenza pandemica e ora sul green, usando un’altra emergenza come pretesto per imporre il green pass – che non a caso si chiama green – e con esso ulteriori privazioni delle libertà naturali dei cittadini. Avrete compreso che tutto ciò che ci viene presentato come giustificazione alle loro azioni è sempre e solo un pretesto che non ha nulla a che vedere con le loro intenzioni criminali. D’altra parte, se ci dicessero chiaramente – e non solo anticipandolo nelle pubblicazioni dei loro convegni per addetti ai lavori – che vogliono ridurre in schiavitù la popolazione, non riuscirebbero a ingannarci tutti. Ma come possiamo considerare normale che i medici non curino i malati e si vendano alle case farmaceutiche? In tutte le parti del mondo in cui vige la psicopandemia, il popolo scende nelle piazze e manifesta il proprio dissenso. I media di regime – in pratica tutti – tacciono sistematicamente quello che però possiamo vedere su internet, nonostante la censura dei social: decine di migliaia di persone, centinaia di migliaia di persone in Francia, in Germania, in Olanda, in Grecia, nei Paesi dell’ex Jugoslavia, in America, in Australia, in Canada… in Italia. Ci siamo svegliati un po’ tardi, è vero, ma stiamo cominciando a capire che ci hanno ingannato per quasi due anni, raccontandoci cose che non corrispondevano alla realtà, dicendo che non c’erano cure, che si moriva di COVID mentre uccidevano deliberatamente i contagiati per farci accettare mascherine, lockdown e coprifuoco. Oggi ci dicono che ci sono cure, solo perché le case farmaceutiche hanno brevettato a costi esorbitanti (e con effetti collaterali gravi) quei farmaci disponibili da anni (senza reazioni avverse) a prezzi bassissimi. E nessun magistrato ha nulla da dire. Come possiamo tacere dinanzi ai conflitti di interessi di membri del CTS, dell’AIFA, dell’EMA e dell’OMS? Comprendete bene, cari fratelli, che quando un’autorità che è finalizzata al il bene dei cittadini viene usata per corromperli, impoverirli, schiavizzarli e addirittura debilitarli o eliminarli fisicamente, quell’autorità viene meno, perché se ne abusa. L’obbedienza che ci viene chiesta a leggi tiranniche diventa complicità, perché con un ricatto ci impone azioni irrazionali e potenzialmente dannose, che in normali condizioni rifiuteremo di compiere. https://www.renovatio21.com/mons-vigano-rosario-per-la-fine-dellemergenza-pandemica/
    1
    0 Comments 1 Shares
  • https://www.youtube.com/watch?v=jkeeDkPyVnE
    https://www.youtube.com/watch?v=jkeeDkPyVnE
    live urgente
    YouTube
    0 Comments 0 Shares
  • 馃敶BREAKING!!!馃敶

    FACEBOOK IS GOING DOWN,

    Mark Zuckerberg lost $ 6.6 billion due to Facebook, Instagram and WhatsApp crashes, dropped to 6th place on the list of billionaires, according to Forbes,

    Poverino


    馃敶BREAKING!!!馃敶 FACEBOOK IS GOING DOWN, Mark Zuckerberg lost $ 6.6 billion due to Facebook, Instagram and WhatsApp crashes, dropped to 6th place on the list of billionaires, according to Forbes, Poverino
    1
    0 Comments 1 Shares
  • 20 porti in Italia aderizcono allo sciopero
    https://telegra.ph/Tutti-le-location-delle-manifestazioni-ai-porti-dItalia-10-13
    20 porti in Italia aderizcono allo sciopero https://telegra.ph/Tutti-le-location-delle-manifestazioni-ai-porti-dItalia-10-13
    1
    0 Comments 2 Shares
  • NON VOGLIAMO QUESTO GOVERNO E NON VOGLIAMO CHE I SOLDI DELLE NOSTRE TASSE SIANO USATI PER PAGARE STIPENDI A GENTE NON ELETTA O INCAPACI E CRIMINALI COME COLORO CHE OGGI SI SONO APPROPRIATO DELLE NOSTRE ISTITUZIONI, VANNO CACCIATI E VA SCELTO SOLO CHI DIMOSTRA ESSERE LIBERO DALLA MAFIA GLOBALISTA
    NON VOGLIAMO QUESTO GOVERNO E NON VOGLIAMO CHE I SOLDI DELLE NOSTRE TASSE SIANO USATI PER PAGARE STIPENDI A GENTE NON ELETTA O INCAPACI E CRIMINALI COME COLORO CHE OGGI SI SONO APPROPRIATO DELLE NOSTRE ISTITUZIONI, VANNO CACCIATI E VA SCELTO SOLO CHI DIMOSTRA ESSERE LIBERO DALLA MAFIA GLOBALISTA
    2
    0 Comments 0 Shares
  • Assurdo che i Media mettano in evidenza che lo sciopero sia motivato per il costo dei tamponi o pagamento degli stessi, non dicono che si tratta per discriminazione sociale, violenza contro la liberta di scelta sulle terapie che riguardano la nostra salute, violazione della Costituzione per quanto si riferisce al lavoro, ricatto morale e sociale, calpestando i diritti umani forzando l'inoculazione di un siero esperimentale ... se i penivendoli non capizcono questo non devono fare i giornalisti, non vanno finanziati i loro giornali e non vanno in TV a comentare idiozie, cosi come i politici che fanno finta di non sapere il significato reale del veleno che forzatamente vogliono imporci ... il green Pass lo usano già per far fuori i professori dalle scuole e dalle università. Continuano a far credere che c'è in corso una campagna vaccinale, ma il green pass non centra nulla con le cure mediche o prevenzione sanitaria, ma solo sul controllo della società. Mentre si sta combattendo una guerra contro chi poneva limiti alla scienza, oggi ridicolizzati in 'no vax'. Non si considererà mai abbastanza, il potenziale ideologico che c'è in quella siringa.... per i nemici della democrazia significa poter gestire la vita degli altri come a loro piacerà ...
    Assurdo che i Media mettano in evidenza che lo sciopero sia motivato per il costo dei tamponi o pagamento degli stessi, non dicono che si tratta per discriminazione sociale, violenza contro la liberta di scelta sulle terapie che riguardano la nostra salute, violazione della Costituzione per quanto si riferisce al lavoro, ricatto morale e sociale, calpestando i diritti umani forzando l'inoculazione di un siero esperimentale ... se i penivendoli non capizcono questo non devono fare i giornalisti, non vanno finanziati i loro giornali e non vanno in TV a comentare idiozie, cosi come i politici che fanno finta di non sapere il significato reale del veleno che forzatamente vogliono imporci ... il green Pass lo usano già per far fuori i professori dalle scuole e dalle università. Continuano a far credere che c'è in corso una campagna vaccinale, ma il green pass non centra nulla con le cure mediche o prevenzione sanitaria, ma solo sul controllo della società. Mentre si sta combattendo una guerra contro chi poneva limiti alla scienza, oggi ridicolizzati in 'no vax'. Non si considererà mai abbastanza, il potenziale ideologico che c'è in quella siringa.... per i nemici della democrazia significa poter gestire la vita degli altri come a loro piacerà ...
    1
    0 Comments 2 Shares
  • https://www.youtube.com/watch?v=_AixbgQp81o
    https://www.youtube.com/watch?v=_AixbgQp81o
    Sciopero
    Sullo sciopero di domani 15 ottobre ...e su alcune bugie che stanno dicendo a tanti lavoratori!
    YouTube
    1
    0 Comments 1 Shares
  • Alla fine la classe corrotta italiana con la mafia internazionale kazara lo ha fatto, ora vogliono prendersi le nostre anime.

    In Italia il prototipo del Nuovo Ordine Mondiale (NWO)
    In Italia, storicamente, tutto arriva prima.
    Noi italiani siamo fecondi per quel che attiene i nuovi modelli politici. In Occidente abbiamo per primi praticato la repubblica, la dittatura, la monarchia, l'impero, i comuni, le signorie, la democrazia parlamentare, la partitocrazia... Non ci facciamo mancare niente. Ora che il Nuovo Ordine Mondiale deve addivenire ad un governo planetario di tipo politico non più occulto ma manifesto, il nostro ventre sta gestendo il prototipo. Monti e poi Letta e i loro governi "tecnici" sono il prototipo che farà scuola nel mondo, sarà clonato e replicato in quel che resta delle nazioni. Poi le nazioni non ci saranno più e allora... Per agevolarlo tutto l'armamentario "antipolitico" è sceso in campo.
    Che i partiti fossero una fogna già lo sapevamo. Come del resto tutte le istituzioni "democratiche", nessuna esclusa: magistratura, polizia, i media etc.
    Azzoppata la politica (partitocrazia), tutte le altre istituzioni suonano la diana e alé, media, magistratura, polizia, guardia di finanza, carabinieri a cavallo e a piedi, subacquei e montanari addosso alla "politica", o meglio ai mestieranti della politica, i camerieri del potere finanziario, ai grigi mezzadri del potere vero. Oggettivamente tutto sta spianando la strada al prototipo del nuovo governo mondiale. E allora vien giù tutto. Quel che era stato immagazzinato in cantina vien fuori. Fuoco alle polveri! E il popolo gode ubriaco di risentimento. Sapesse cosa l'attende...
    Ve la siete fatta qualche domanda - G. Adinolfi

    https://www.youtube.com/watch?v=0EpX6pleiGg
    Alla fine la classe corrotta italiana con la mafia internazionale kazara lo ha fatto, ora vogliono prendersi le nostre anime. In Italia il prototipo del Nuovo Ordine Mondiale (NWO) In Italia, storicamente, tutto arriva prima. Noi italiani siamo fecondi per quel che attiene i nuovi modelli politici. In Occidente abbiamo per primi praticato la repubblica, la dittatura, la monarchia, l'impero, i comuni, le signorie, la democrazia parlamentare, la partitocrazia... Non ci facciamo mancare niente. Ora che il Nuovo Ordine Mondiale deve addivenire ad un governo planetario di tipo politico non più occulto ma manifesto, il nostro ventre sta gestendo il prototipo. Monti e poi Letta e i loro governi "tecnici" sono il prototipo che farà scuola nel mondo, sarà clonato e replicato in quel che resta delle nazioni. Poi le nazioni non ci saranno più e allora... Per agevolarlo tutto l'armamentario "antipolitico" è sceso in campo. Che i partiti fossero una fogna già lo sapevamo. Come del resto tutte le istituzioni "democratiche", nessuna esclusa: magistratura, polizia, i media etc. Azzoppata la politica (partitocrazia), tutte le altre istituzioni suonano la diana e alé, media, magistratura, polizia, guardia di finanza, carabinieri a cavallo e a piedi, subacquei e montanari addosso alla "politica", o meglio ai mestieranti della politica, i camerieri del potere finanziario, ai grigi mezzadri del potere vero. Oggettivamente tutto sta spianando la strada al prototipo del nuovo governo mondiale. E allora vien giù tutto. Quel che era stato immagazzinato in cantina vien fuori. Fuoco alle polveri! E il popolo gode ubriaco di risentimento. Sapesse cosa l'attende... Ve la siete fatta qualche domanda - G. Adinolfi https://www.youtube.com/watch?v=0EpX6pleiGg
    Golpe Tecnocratico in Italia
    In Italia il prototipo del Nuovo Ordine Mondiale (NWO)In Italia, storicamente, tutto arriva prima. Noi italiani siamo fecondi per quel che attiene i nuovi mo...
    YouTube
    1
    0 Comments 3 Shares
  • I media di regime stanno provando a far credere che i portuali di Trieste avrebbero chiesto un rinvio di 15 giorni nell'applicazione del certificato razziale vaccinale. Loro stessi, nel loro profilo ufficiale su Facebook, smentiscono categoricamente e ribadiscono che non hanno alcuna intenzione di cedere fino a quando il certificato razziale vaccinale non verrà rimosso. Ai media ormai non è rimasta alternativa che quella di mentire a oltranza nella patetica speranza che il loro mondo immaginario possa sostituirsi al mondo reale. La loro dissonanza cognitiva sarà la loro stessa rovina.
    I media di regime stanno provando a far credere che i portuali di Trieste avrebbero chiesto un rinvio di 15 giorni nell'applicazione del certificato razziale vaccinale. Loro stessi, nel loro profilo ufficiale su Facebook, smentiscono categoricamente e ribadiscono che non hanno alcuna intenzione di cedere fino a quando il certificato razziale vaccinale non verrà rimosso. Ai media ormai non è rimasta alternativa che quella di mentire a oltranza nella patetica speranza che il loro mondo immaginario possa sostituirsi al mondo reale. La loro dissonanza cognitiva sarà la loro stessa rovina.
    1
    0 Comments 1 Shares
More Stories