Cesare Sacchetti21 set 2021
In questo suo scritto, il giornalista dell'Epoch Times, Brian Cates, parla del rinvio a giudizio emesso dal procuratore speciale John Durham che ha concluso l'inchiesta sulla bufala del Russiagate. Il vero del Russiagate è Spygate. Lo Spygate è una operazione di spionaggio internazionale concepita nelle stanze della Casa Bianca nel 2016 dall'allora presidente Barack Obama. Obama si incontrò con l'allora capo della CIA, Clapper, che lo aggiornò a settembre del 2016 sull'operazione che era già in corso d'opera. Il mese dopo giunge Matteo Renzi alla Casa Bianca ed è qui che si consolida la partecipazione dell'Italia nel primo tentativo di colpo di Stato architettato contro Donald Trump. Diverse fonti, tra le quali Papadopoulos, accusano esplicitamente Matteo Renzi di aver preso parte all'operazione eversiva contro Donald Trump.

Nell'ambito della sua inchiesta, il procuratore Durham ora ha rinviato a giudizio Michael Sussman. Sussman vuol dire Hillary Clinton. Sussman è infatti l'avvocato dell'ex segretario di Stato USA ed è stato lui a fabbricare uno dei dossier falsi che hanno accusato Trump di essere "colluso" con la Russia. L'inchiesta di Durham sembra quindi arrivare proprio a lei: Hillary Clinton. Se crolla Hillary Clinton, crollano inevitabilmente pezzi del deep state di Washington. Se questo accade è impensabile che non ci sia un coinvolgimento dell'Italia. Molti chiedono cosa cambia per l'Italia se viene colpito il deep state americano. La risposta è: tutto. Tutto il potere italiano è legato alle lobby sioniste e neoliberali d'oltreoceano. Lo stesso Matteo Renzi è un prodotto di questi ambienti. Tutta la carriera politica di Matteo Renzi è stata costruita dai poteri del partito democratico americano che hanno dato vita a questo personaggio che non esisteva sullo scenario politico italiano. Matteo Renzi non esisteva e deve tutto agli ambienti mondialisti di Washington. Secondo le fonti citate precedentemente sono stati questi stessi poteri a chiedergli di partecipare allo Spygate. Se dunque siamo vicini alla caduta di Hillary Clinton, siamo vicini alla caduta definitiva di Matteo Renzi e del partito democratico italiano che non è altro che un'appendice di quello americano. Il crollo del deep state di Washington porta inevitabilmente al crollo del deep state italiano.
https://t.me/drawandstrikechannel/14094
Telegram
Brian Cates - Political Columnist
"Is Durham about to run out of money and have to shut down?" No. Durham isn't controlled by or funded out of the DOJ. He is leading a huge office with...
krcivoj werner
Cesare Sacchetti21 set 2021 In questo suo scritto, il giornalista dell'Epoch Times, Brian Cates, parla del rinvio a giudizio emesso dal procuratore speciale John Durham che ha concluso l'inchiesta sulla bufala del Russiagate. Il vero del Russiagate è Spygate. Lo Spygate è una operazione di spionaggio internazionale concepita nelle stanze della Casa Bianca nel 2016 dall'allora presidente Barack Obama. Obama si incontrò con l'allora capo della CIA, Clapper, che lo aggiornò a settembre del 2016 sull'operazione che era già in corso d'opera. Il mese dopo giunge Matteo Renzi alla Casa Bianca ed è qui che si consolida la partecipazione dell'Italia nel primo tentativo di colpo di Stato architettato contro Donald Trump. Diverse fonti, tra le quali Papadopoulos, accusano esplicitamente Matteo Renzi di aver preso parte all'operazione eversiva contro Donald Trump. Nell'ambito della sua inchiesta, il procuratore Durham ora ha rinviato a giudizio Michael Sussman. Sussman vuol dire Hillary Clinton. Sussman è infatti l'avvocato dell'ex segretario di Stato USA ed è stato lui a fabbricare uno dei dossier falsi che hanno accusato Trump di essere "colluso" con la Russia. L'inchiesta di Durham sembra quindi arrivare proprio a lei: Hillary Clinton. Se crolla Hillary Clinton, crollano inevitabilmente pezzi del deep state di Washington. Se questo accade è impensabile che non ci sia un coinvolgimento dell'Italia. Molti chiedono cosa cambia per l'Italia se viene colpito il deep state americano. La risposta è: tutto. Tutto il potere italiano è legato alle lobby sioniste e neoliberali d'oltreoceano. Lo stesso Matteo Renzi è un prodotto di questi ambienti. Tutta la carriera politica di Matteo Renzi è stata costruita dai poteri del partito democratico americano che hanno dato vita a questo personaggio che non esisteva sullo scenario politico italiano. Matteo Renzi non esisteva e deve tutto agli ambienti mondialisti di Washington. Secondo le fonti citate precedentemente sono stati questi stessi poteri a chiedergli di partecipare allo Spygate. Se dunque siamo vicini alla caduta di Hillary Clinton, siamo vicini alla caduta definitiva di Matteo Renzi e del partito democratico italiano che non è altro che un'appendice di quello americano. Il crollo del deep state di Washington porta inevitabilmente al crollo del deep state italiano. https://t.me/drawandstrikechannel/14094 Telegram Brian Cates - Political Columnist "Is Durham about to run out of money and have to shut down?" No. Durham isn't controlled by or funded out of the DOJ. He is leading a huge office with... krcivoj werner
T.ME
Brian Cates - Political Columnist
"Is Durham about to run out of money and have to shut down?" No. Durham isn't controlled by or funded out of the DOJ. He is leading a huge office with the assistance of several US Attorneys who are all engaged in a massive investigation involving over a dozen of the most serious national security breaches in U.S. history. This is the most highly sensitive criminal and national security investigation ever attempted, spanning the DOJ, the FBI, the CIA, the State Dept., the Pentagon, the Mueller Special Counsel, Perkins Coie, Fusion GPS, the Clinton campaign, the Clinton Foundation, as well as certain activity by foreign intelligence services in Italy, the U.K., Australia, and other countries.
0 Comments 0 Shares