• ❗️⚡️AZIONE CONTRO I SINDACATI:

    Mentre in Francia i principali sindacati annunciano uno sciopero generale contro il passaporto schiavitù, compreso il settore sanitario, facendo cosi gli interessi dei lavoratori,

    I 3 sindacati principali italiani fanno incontri con il governo per imporre il passaporto schiavitù a tutti i lavoratori e dichiarano che non hanno nessuna contrarietà, basta che la responsabilità non ricada su di loro, per non perdere tessere paganti, facendo gli interessi degli oligarchi.

    Maurizio Landini, segretario CGIL:

    «Non abbiamo contrarietà di principio."

    "Se il governo valuta sia necessario, può varare una norma. È già successo ai sanitari. "

    rainews.it/dl/rainews/articoli/Draghi-convoca-i-leader-dei-sindacati-Sul-tavolo-Green-Pass-sul-posto-di-lavoro-2a6cae5c-e065-4c0b-9119-a23af8a5887f.html

    INONDIAMOLI DI MESSAGGI E DI DISDETTE DELLE TESSERE SINDACALI, (iscrivetevi a veri sindacati che fanno gli interessi dei lavoratori):

    #SindacatiVenduti hashtag nazionale da usare

    CGIL NAZIONALE

    Tel: 06-84761
    Lazio: regionale@lazio.cgil.it
    cgil@peccgil.it (PEC)

    https://twitter.com/Cgilnazionale

    https://www.facebook.com/CGILsindacato/

    CISL:

    tel. 0684731
    Lazio: SEGRETERIA1@CISLLAZIO.IT
    cisl@pec.cisl.it (PEC)

    https://twitter.com/CISLNazionale

    https://www.facebook.com/CISL.Confederazione.Italiana.Sindacati.Lavoratori/

    UIL Confederazione:
    SEGRETARIO GENERALE: ALBERTO CIVICA

    Tel: 06-47531
    E-mail: urlazio@uillazio.it; reglazio@uillazio.it; urlazio@pec.uillazio.it

    https://twitter.com/UILofficial

    https://www.facebook.com/uilofficial

    Guida e Modulo per la disdetta sindacale:
    disdici.com/blog/disdette/sindacati/disdetta-sindacato-guida-e-modulo-per-la-disdetta-sindacale/

    cgil.it/intervista-a-maurizio-landini-su-il-corriere-della-sera-non-sono-contro-il-green-pass-in-azienda-ma-niente-penalita-e-deve-decidere-il-governo/
    ❗️⚡️AZIONE CONTRO I SINDACATI: Mentre in Francia i principali sindacati annunciano uno sciopero generale contro il passaporto schiavitù, compreso il settore sanitario, facendo cosi gli interessi dei lavoratori, I 3 sindacati principali italiani fanno incontri con il governo per imporre il passaporto schiavitù a tutti i lavoratori e dichiarano che non hanno nessuna contrarietà, basta che la responsabilità non ricada su di loro, per non perdere tessere paganti, facendo gli interessi degli oligarchi. Maurizio Landini, segretario CGIL: «Non abbiamo contrarietà di principio." "Se il governo valuta sia necessario, può varare una norma. È già successo ai sanitari. " rainews.it/dl/rainews/articoli/Draghi-convoca-i-leader-dei-sindacati-Sul-tavolo-Green-Pass-sul-posto-di-lavoro-2a6cae5c-e065-4c0b-9119-a23af8a5887f.html INONDIAMOLI DI MESSAGGI E DI DISDETTE DELLE TESSERE SINDACALI, (iscrivetevi a veri sindacati che fanno gli interessi dei lavoratori): #SindacatiVenduti hashtag nazionale da usare CGIL NAZIONALE Tel: 06-84761 Lazio: regionale@lazio.cgil.it cgil@peccgil.it (PEC) https://twitter.com/Cgilnazionale https://www.facebook.com/CGILsindacato/ CISL: tel. 0684731 Lazio: SEGRETERIA1@CISLLAZIO.IT cisl@pec.cisl.it (PEC) https://twitter.com/CISLNazionale https://www.facebook.com/CISL.Confederazione.Italiana.Sindacati.Lavoratori/ UIL Confederazione: SEGRETARIO GENERALE: ALBERTO CIVICA Tel: 06-47531 E-mail: urlazio@uillazio.it; reglazio@uillazio.it; urlazio@pec.uillazio.it https://twitter.com/UILofficial https://www.facebook.com/uilofficial Guida e Modulo per la disdetta sindacale: disdici.com/blog/disdette/sindacati/disdetta-sindacato-guida-e-modulo-per-la-disdetta-sindacale/ cgil.it/intervista-a-maurizio-landini-su-il-corriere-della-sera-non-sono-contro-il-green-pass-in-azienda-ma-niente-penalita-e-deve-decidere-il-governo/
    0 Comments 0 Shares
  • Mi chiamo Luca Barisonzi, sono un militare dell’Esercito Italiano ed ho prestato servizio in Afghanistan dove, nel gennaio del 2011, sono rimasto ferito in un attentato.
    In questi giorni mi è stato più volte richiesto di rilasciare interviste ma, dopo avere riflettuto, ho ritenuto che il modo migliore per dire ciò che penso sia quello di affidarmi ai social ed ecco il perché di queste righe.
    Mentre in tv scorrono le immagini di Kabul, e del suo aeroporto preso d’assalto da migliaia di Afgani alla ricerca di un volo che consenta loro di fuggire, sento un nodo salirmi alla gola ed un peso sul petto.
    Ho visto le immagini di una donna e di tre bambini, probabilmente i suoi figli, seduti lungo la linea di una delle piste di atterraggio. Dal volto della donna traspariva la sua disperazione, mista però alla compostezza di chi tenta di non far preoccupare i propri figli.
    Ho così ripensato ai bambini incontrati durante quel periodo, ed ho rivisto quelli il cui volto mi era diventato familiare a Bala Morghab.
    Mi è ritornato alla mente come, nei mesi della missione, più l’area veniva posta in sicurezza e più le persone potevano fare ritorno alle proprie abitazioni ed i bambini riprendere a giocare, persino sotto le nostre postazioni.
    Penso a quella generazione cresciuta laggiù in questi 20 anni, a tutti coloro che hanno potuto conoscere, studiare e sognare il proprio futuro. Quante ragazzine, diventate ormai donne, si sono potute sentire più libere, conquistando finalmente diritti che sono scontati per noi occidentali.
    Tutto questo è potuto accadere anche grazie all’impegno di noi Italiani, che abbiamo compiuto il nostro dovere, sovente fino al sacrificio della propria vita.
    Per anni ci siamo stretti gli anfibi ed allacciati gli elmetti, pronti ad uscire in difesa dei diritti del popolo Afgano, pur sapendo che da molti, anche in Italia venivamo criticati. Quelle stesse persone oggi, esperte di geopolitica homemade che riempiono i social di hashtag, su di una realtà di cui non conoscono niente, comodamente seduti sul divano di casa propria.
    Ho combattuto ed ho servito il mio Paese, prestando fede ad un giuramento che, potendo ritornare indietro, rifarei nonostante tutto.
    Non posso negare però quanto sia per me doloroso assistere, impotente, a questo triste epilogo.
    Questo è il mio stato d’animo attuale, non chiedetemi di esprimere ulteriori opinioni, perché forse sono altri a dover fornire a noi tutti, le risposte che riteniamo ci siano dovute.
    Mi chiamo Luca Barisonzi, sono un militare dell’Esercito Italiano ed ho prestato servizio in Afghanistan dove, nel gennaio del 2011, sono rimasto ferito in un attentato. In questi giorni mi è stato più volte richiesto di rilasciare interviste ma, dopo avere riflettuto, ho ritenuto che il modo migliore per dire ciò che penso sia quello di affidarmi ai social ed ecco il perché di queste righe. Mentre in tv scorrono le immagini di Kabul, e del suo aeroporto preso d’assalto da migliaia di Afgani alla ricerca di un volo che consenta loro di fuggire, sento un nodo salirmi alla gola ed un peso sul petto. Ho visto le immagini di una donna e di tre bambini, probabilmente i suoi figli, seduti lungo la linea di una delle piste di atterraggio. Dal volto della donna traspariva la sua disperazione, mista però alla compostezza di chi tenta di non far preoccupare i propri figli. Ho così ripensato ai bambini incontrati durante quel periodo, ed ho rivisto quelli il cui volto mi era diventato familiare a Bala Morghab. Mi è ritornato alla mente come, nei mesi della missione, più l’area veniva posta in sicurezza e più le persone potevano fare ritorno alle proprie abitazioni ed i bambini riprendere a giocare, persino sotto le nostre postazioni. Penso a quella generazione cresciuta laggiù in questi 20 anni, a tutti coloro che hanno potuto conoscere, studiare e sognare il proprio futuro. Quante ragazzine, diventate ormai donne, si sono potute sentire più libere, conquistando finalmente diritti che sono scontati per noi occidentali. Tutto questo è potuto accadere anche grazie all’impegno di noi Italiani, che abbiamo compiuto il nostro dovere, sovente fino al sacrificio della propria vita. Per anni ci siamo stretti gli anfibi ed allacciati gli elmetti, pronti ad uscire in difesa dei diritti del popolo Afgano, pur sapendo che da molti, anche in Italia venivamo criticati. Quelle stesse persone oggi, esperte di geopolitica homemade che riempiono i social di hashtag, su di una realtà di cui non conoscono niente, comodamente seduti sul divano di casa propria. Ho combattuto ed ho servito il mio Paese, prestando fede ad un giuramento che, potendo ritornare indietro, rifarei nonostante tutto. Non posso negare però quanto sia per me doloroso assistere, impotente, a questo triste epilogo. Questo è il mio stato d’animo attuale, non chiedetemi di esprimere ulteriori opinioni, perché forse sono altri a dover fornire a noi tutti, le risposte che riteniamo ci siano dovute.
    0 Comments 0 Shares
  • https://twitter.com/hashtag/AntiPassSanitaire?src=hashtag_click
    https://twitter.com/hashtag/AntiPassSanitaire?src=hashtag_click
    0 Comments 0 Shares
  • https://twitter.com/hashtag/Boomerang_ddl_ZAN?src=hashtag_click
    https://twitter.com/hashtag/Boomerang_ddl_ZAN?src=hashtag_click
    0 Comments 0 Shares
  • Parler a volte non pubblica i post? Ecco la soluzione
    #Parler #Twitter #post #hashtag #socialmedia #socialnetwork
    https://guruhitech.com/parler-a-volte-non-pubblica-i-post-ecco-la-soluzione/
    Parler a volte non pubblica i post? Ecco la soluzione #Parler #Twitter #post #hashtag #socialmedia #socialnetwork https://guruhitech.com/parler-a-volte-non-pubblica-i-post-ecco-la-soluzione/
    0 Comments 0 Shares
  • GRAZIE di cuore a chi mi ha mostrato il suo sostegno usando #iostoconSalvini, hashtag al PRIMO posto nelle tendenze #Tillor europei. Siete come sempre fantastici. Non si molla, avanti a testa alta 🇮🇹 #MatteoSalvini
    GRAZIE di cuore a chi mi ha mostrato il suo sostegno usando #iostoconSalvini, hashtag al PRIMO posto nelle tendenze #Tillor europei. Siete come sempre fantastici. Non si molla, avanti a testa alta 🇮🇹 #MatteoSalvini
    0 Comments 0 Shares
  • ALL'INTERNO DELLA CROCIATA DONNA DI KATIE PORTER PER MAMME SINGOLE. Quando House Democrats ha presentato un disegno di legge espansivo lo scorso anno per tagliare i controlli di stimolo alle famiglie in difficoltà durante la pandemia, la cara rappresentante progressista KATIE PORTER (D-Calif.) Ha capito che c'era un problema. La madre single di tre bambini piccoli ha notato subito che le coppie sposate avrebbero ricevuto più dei genitori single come lei - genitori che spesso devono pagare di più per le spese per la custodia dei bambini rispetto a quelli che condividono i doveri genitoriali e che hanno il vantaggio di due redditi.

    Porter si è avvicinata all'ufficio del presidente della commissione House Ways and Means, RICHARD NEAL , e la risposta è stata poco soddisfacente per lei. Era semplicemente il modo in cui era scritto il codice fiscale, le era stato detto, il modo in cui le cose venivano sempre fatte.

    Ora sta succedendo di nuovo. Il disegno di legge di Biden da 1,9 trilioni di dollari include un credito d'imposta ampliato per l'assistenza all'infanzia che, dice Porter, punisce non solo le mamme single, ma soprattutto i loro figli. La spinta aggiuntiva inizia a eliminare gradualmente circa $ 150.000 per le coppie sposate, ma per i genitori single quel numero è di $ 112.000, anche se hanno lo stesso numero di figli da mantenere.

    Il risultato è che il finanziamento aggiuntivo, un supplemento in una pandemia in cui l'assistenza all'infanzia è rara ei genitori stanno lottando, sarà più utile per un bambino a una coppia sposata rispetto a uno di una madre single che probabilmente ha più difficoltà.

    "Crescere un figlio costa X dollari - non c'è sconto per un genitore singolo", ha detto Porter in un'intervista. "E quindi, se ci stiamo concentrando su ciò che questo vantaggio extra può fare per aiutare i bambini, dovremmo assicurarci di non mettere bambini che crescono in famiglie monoparentali, che sappiamo che hanno esiti peggiori lungo un numero qualsiasi misure in media, con qualsiasi svantaggio qui. "

    Ha aggiunto: "Nessun bambino dovrebbe ricevere cibo meno nutriente o un alloggio meno adeguato o un'assistenza all'infanzia di qualità inferiore a causa dello stato civile dei suoi genitori".

    Porter, un'accolita dell'icona liberale Sen. ELIZABETH WARREN, è andata in TV per provare a difendere il suo caso - uno dei pochi democratici disposti a criticare la proposta di pandemia di Biden sulle notizie via cavo. Ha parlato personalmente con i leader democratici di Neal e della Camera e sta facendo circolare una lettera in cui espone le sue preoccupazioni. Ha iniziato un nuovo hashtag: #singleparentpenalty.

    Recentemente è stata raggiunta da un'altra stella progressista emergente Rep. AYANNA PRESSLEY (D-Mass.).

    Ma finora, le suppliche sono cadute nel vuoto. Sebbene Neal e i leader democratici non abbiano mai detto a Porter "no" nella sua richiesta di, come lei dice, "equalizzare" il vantaggio fiscale, si sono rifiutati di impegnarsi per il cambiamento a causa del costo.

    E la finestra si sta chiudendo. Al Senato, i Democratici sembrano andare nella direzione opposta, rendendo la situazione più dura per le mamme single, non più facile.

    La situazione sottolinea come la mancanza di diversità nella rappresentanza possa influenzare drasticamente la politica. Ammettiamolo: il codice fiscale è stato scritto da vecchi bianchi, non mamme single lavoratrici come Porter che potevano anche segnalare il problema.

    Inoltre, i genitori single non sono esattamente un grande collegio elettorale. Non hanno un'organizzazione di difesa nazionale che faccia pressioni sulla collina.

    Tuttavia, Porter ha detto che vede il suo nuovo sforzo come parte di un progetto a lungo termine di riscrittura del codice fiscale, in modo che i genitori single non ricevano più meno delle loro controparti sposate.
    ALL'INTERNO DELLA CROCIATA DONNA DI KATIE PORTER PER MAMME SINGOLE. Quando House Democrats ha presentato un disegno di legge espansivo lo scorso anno per tagliare i controlli di stimolo alle famiglie in difficoltà durante la pandemia, la cara rappresentante progressista KATIE PORTER (D-Calif.) Ha capito che c'era un problema. La madre single di tre bambini piccoli ha notato subito che le coppie sposate avrebbero ricevuto più dei genitori single come lei - genitori che spesso devono pagare di più per le spese per la custodia dei bambini rispetto a quelli che condividono i doveri genitoriali e che hanno il vantaggio di due redditi. Porter si è avvicinata all'ufficio del presidente della commissione House Ways and Means, RICHARD NEAL , e la risposta è stata poco soddisfacente per lei. Era semplicemente il modo in cui era scritto il codice fiscale, le era stato detto, il modo in cui le cose venivano sempre fatte. Ora sta succedendo di nuovo. Il disegno di legge di Biden da 1,9 trilioni di dollari include un credito d'imposta ampliato per l'assistenza all'infanzia che, dice Porter, punisce non solo le mamme single, ma soprattutto i loro figli. La spinta aggiuntiva inizia a eliminare gradualmente circa $ 150.000 per le coppie sposate, ma per i genitori single quel numero è di $ 112.000, anche se hanno lo stesso numero di figli da mantenere. Il risultato è che il finanziamento aggiuntivo, un supplemento in una pandemia in cui l'assistenza all'infanzia è rara ei genitori stanno lottando, sarà più utile per un bambino a una coppia sposata rispetto a uno di una madre single che probabilmente ha più difficoltà. "Crescere un figlio costa X dollari - non c'è sconto per un genitore singolo", ha detto Porter in un'intervista. "E quindi, se ci stiamo concentrando su ciò che questo vantaggio extra può fare per aiutare i bambini, dovremmo assicurarci di non mettere bambini che crescono in famiglie monoparentali, che sappiamo che hanno esiti peggiori lungo un numero qualsiasi misure in media, con qualsiasi svantaggio qui. " Ha aggiunto: "Nessun bambino dovrebbe ricevere cibo meno nutriente o un alloggio meno adeguato o un'assistenza all'infanzia di qualità inferiore a causa dello stato civile dei suoi genitori". Porter, un'accolita dell'icona liberale Sen. ELIZABETH WARREN, è andata in TV per provare a difendere il suo caso - uno dei pochi democratici disposti a criticare la proposta di pandemia di Biden sulle notizie via cavo. Ha parlato personalmente con i leader democratici di Neal e della Camera e sta facendo circolare una lettera in cui espone le sue preoccupazioni. Ha iniziato un nuovo hashtag: #singleparentpenalty. Recentemente è stata raggiunta da un'altra stella progressista emergente Rep. AYANNA PRESSLEY (D-Mass.). Ma finora, le suppliche sono cadute nel vuoto. Sebbene Neal e i leader democratici non abbiano mai detto a Porter "no" nella sua richiesta di, come lei dice, "equalizzare" il vantaggio fiscale, si sono rifiutati di impegnarsi per il cambiamento a causa del costo. E la finestra si sta chiudendo. Al Senato, i Democratici sembrano andare nella direzione opposta, rendendo la situazione più dura per le mamme single, non più facile. La situazione sottolinea come la mancanza di diversità nella rappresentanza possa influenzare drasticamente la politica. Ammettiamolo: il codice fiscale è stato scritto da vecchi bianchi, non mamme single lavoratrici come Porter che potevano anche segnalare il problema. Inoltre, i genitori single non sono esattamente un grande collegio elettorale. Non hanno un'organizzazione di difesa nazionale che faccia pressioni sulla collina. Tuttavia, Porter ha detto che vede il suo nuovo sforzo come parte di un progetto a lungo termine di riscrittura del codice fiscale, in modo che i genitori single non ricevano più meno delle loro controparti sposate.
    0 Comments 0 Shares
  • Che bello sarebbe se Trump avesse lasciato momentaneamente il posto a Biden solo perchè le persone potessero rendersi conto dell'immenso sbaglio che hanno fatto a votarlo. Dimostrarlo a Tweet non funzionava più, le persone dovevano vedere con i loro occhi la differenza.

    A proposito, sapete qual'era l'Hashtag più di tendenza ieri su Twitter (secondo il Daily Wire) prima che lo togliessero dagli algoritmi?

    #BidenLied (Biden ha mentito) ma anche #Bidenremorse (Rimorso Biden) oggi non sta andando male

    🔻 Link articolo Twitter https://twitter.com/realDailyWire/status/1355968101305573376

    —————————————

    SOLO AL PRECIPIZIO [momento di distruzione] LE PERSONE TROVERANNO LA VOLONTA 'DI CAMBIARE.

    Q (4 Giugno 2020, Drop N. 4407)
    Che bello sarebbe se Trump avesse lasciato momentaneamente il posto a Biden solo perchè le persone potessero rendersi conto dell'immenso sbaglio che hanno fatto a votarlo. Dimostrarlo a Tweet non funzionava più, le persone dovevano vedere con i loro occhi la differenza. A proposito, sapete qual'era l'Hashtag più di tendenza ieri su Twitter (secondo il Daily Wire) prima che lo togliessero dagli algoritmi? #BidenLied (Biden ha mentito) ma anche #Bidenremorse (Rimorso Biden) oggi non sta andando male 🔻 Link articolo Twitter https://twitter.com/realDailyWire/status/1355968101305573376 ————————————— SOLO AL PRECIPIZIO [momento di distruzione] LE PERSONE TROVERANNO LA VOLONTA 'DI CAMBIARE. Q (4 Giugno 2020, Drop N. 4407)
    47
    1 Comments 1 Shares
No data to show
No data to show
No data to show
No data to show