• Werner: La questione delle elezioni negli Stati Uniti e l'annuncio, durato mesi, che i veri risultati delle elezioni sarebbero stati annunciati presto, a cosa è servito tutto questo?
    Il processo Rittenhouse, a cosa è servito?
    Prima di tutto, per guadagnare tempo per i processi e il lavoro che si svolgono dietro le quinte, di cui non abbiamo praticamente idea di cosa stia realmente accadendo.
    Naturalmente, il tutto serve anche a far entrare i problemi nella testa delle persone che sono ancora all'inizio del loro processo di risveglio.
    Ma alla fine, tutto sommato, è una distrazione da questioni ancora più grandi, come L'evento o il ritorno di Trump.
    Il processo Maxwell è certamente importante.
    Ma siamo onesti. Hanno già tutto.
    Le informazioni di oggi sul processo Maxwell lo dimostrano abbastanza chiaramente.
    Ecco perché sono anche dell'opinione che il processo in quanto tale, è una montatura, in altre parole, anche un gioco truccato. Basta guardare di nuovo il giudice e poi si sa.
    Quindi, ancora una volta, loro (i White Hats) hanno tutto!
    Le offerte di distrazione abbondano in questo momento e tutti noi dobbiamo stare attenti a non cadere sempre in quella trappola. Questo vale anche per me.
    Si tratta davvero solo di portare con sé più persone e aumentare la loro consapevolezza o qual è la vera ragione di questi "giochi"?
    Entrare nella prospettiva dell'aquila ora è più importante che mai....
    Werner: La questione delle elezioni negli Stati Uniti e l'annuncio, durato mesi, che i veri risultati delle elezioni sarebbero stati annunciati presto, a cosa è servito tutto questo? Il processo Rittenhouse, a cosa è servito? Prima di tutto, per guadagnare tempo per i processi e il lavoro che si svolgono dietro le quinte, di cui non abbiamo praticamente idea di cosa stia realmente accadendo. Naturalmente, il tutto serve anche a far entrare i problemi nella testa delle persone che sono ancora all'inizio del loro processo di risveglio. Ma alla fine, tutto sommato, è una distrazione da questioni ancora più grandi, come L'evento o il ritorno di Trump. Il processo Maxwell è certamente importante. Ma siamo onesti. Hanno già tutto. Le informazioni di oggi sul processo Maxwell lo dimostrano abbastanza chiaramente. Ecco perché sono anche dell'opinione che il processo in quanto tale, è una montatura, in altre parole, anche un gioco truccato. Basta guardare di nuovo il giudice e poi si sa. Quindi, ancora una volta, loro (i White Hats) hanno tutto! Le offerte di distrazione abbondano in questo momento e tutti noi dobbiamo stare attenti a non cadere sempre in quella trappola. Questo vale anche per me. Si tratta davvero solo di portare con sé più persone e aumentare la loro consapevolezza o qual è la vera ragione di questi "giochi"? Entrare nella prospettiva dell'aquila ora è più importante che mai....
    0 Comments 0 Shares
  • Cesare Sacchetti : Jack Dorsey sta per lasciare il suo incarico da amministratore delegato di Twitter. Le ragioni delle dimissioni imminenti non sono state ancora rese note ma potremmo ipotizzare che Dorsey si sia fatto parte perché è perfettamente consapevole di ciò che sta per arrivare. A questo proposito, dobbiamo ricordare due elementi di rilievo. Il primo è che Trump ha citato in giudizio Dorsey chiedendogli centinaia di milioni di dollari di risarcimenti danni per aver chiuso il suo profilo Twitter quando era ancora ufficialmente Presidente. Il secondo è che a gennaio parte la piattaforma social di Trump che secondo diversi analisti potrebbe definitivamente spazzare via il regime dei social. Tutto questo lascia pensare che Dorsey abbia abbandonato la nave un momento prima del suo definitivo naufragio. A proposito, c'è un'altra cosa. Se andate sulla bacheca dove ci sono gli scritti di Q, troverete articoli nei quali venivano previste le dimissioni dei volti noti del deep state. Questo appare essere solo il principio. Restare in ascolto. Il meglio deve ancora venire.
    https://www.breakingthenews.net/news/details/56834889
    Cesare Sacchetti : Jack Dorsey sta per lasciare il suo incarico da amministratore delegato di Twitter. Le ragioni delle dimissioni imminenti non sono state ancora rese note ma potremmo ipotizzare che Dorsey si sia fatto parte perché è perfettamente consapevole di ciò che sta per arrivare. A questo proposito, dobbiamo ricordare due elementi di rilievo. Il primo è che Trump ha citato in giudizio Dorsey chiedendogli centinaia di milioni di dollari di risarcimenti danni per aver chiuso il suo profilo Twitter quando era ancora ufficialmente Presidente. Il secondo è che a gennaio parte la piattaforma social di Trump che secondo diversi analisti potrebbe definitivamente spazzare via il regime dei social. Tutto questo lascia pensare che Dorsey abbia abbandonato la nave un momento prima del suo definitivo naufragio. A proposito, c'è un'altra cosa. Se andate sulla bacheca dove ci sono gli scritti di Q, troverete articoli nei quali venivano previste le dimissioni dei volti noti del deep state. Questo appare essere solo il principio. Restare in ascolto. Il meglio deve ancora venire. https://www.breakingthenews.net/news/details/56834889
    WWW.BREAKINGTHENEWS.NET
    Dorsey to step down as Twitter CEO - report
    Twitter co-founder and CEO Jack Dorsey (pictured) will quit his post as the company's executive officer, CNBC reported on Monday. According to the report, Dorsey is likely to remain at the helm o...
    0 Comments 0 Shares
  • https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/11/28/trump-jr-loda-le-proteste-no-vax-in-europa-americani-pecore_f2ff443e-ef3d-48d8-b523-f126b38af508.html
    https://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2021/11/28/trump-jr-loda-le-proteste-no-vax-in-europa-americani-pecore_f2ff443e-ef3d-48d8-b523-f126b38af508.html
    WWW.ANSA.IT
    Trump jr loda le proteste no vax in Europa, 'americani pecore' - Ultima Ora
    Donald Trump junior, primogenito dell'ex presidente americano, loda l'ondata di proteste no vax e no green pass in Europa e accusa gran parte degli americani di non fare lo stesso: "Sono come delle pecore, e restano seduti a guardare invece di lottare cont... (ANSA)
    0 Comments 0 Shares
  • Cesare Sacchetti : Soffermiamoci un momento su due eventi chiave che si sono verificati nel corso delle ultime due settimane. Lo scorso 15 novembre il ministro della Giustizia, Cartabia, si è recata negli Stati Uniti per una visita durata tre giorni. La storia narrata dai media che la Cartabia sia andata a Washington per cercare delle sponde per una sua eventuale candidatura al Quirinale è completamente falsa. Secondo fonti di intelligence, la Cartabia sarebbe andata a Washington per negoziare con gli ufficiali del dipartimento di Giustizia USA la spinosa questione dell'Italiagate. Le stesse fonti riferiscono che la Cartabia avrebbe conferito prima di partire con gli uomini coinvolti nel golpe contro Trump.

    Gli autori dell'Italiagate sono estremamente preoccupati perché Trump ha dato ordine di andare fino in fondo e perseguire i responsabili di questo colpo di Stato ai suoi danni. Il 22 novembre, ad una sola settimana di distanza dal viaggio della Cartabia a Washington, giunge praticamente in incognito a Roma il presidente del Forum di Davos, Klaus Schwab, per incontrare Mario Draghi. Palazzo Chigi riporta la notizia dell'incontro con uno scarno comunicato di dieci righe senza nemmeno mostrare una immagine dei due assieme. La sensazione è che questi due eventi, il viaggio della Cartabia a Washington e la visita di Schwab a Roma, siano profondamente collegati. Il deep state internazionale teme che in Italia possa esplodere una situazione tale da sconvolgere gli equilibri politici del Paese. Tutto questo ci conferma ancora una volta come l'Italia assuma un ruolo fondamentale nel piano del Nuovo Ordine Mondiale. Se il Nuovo Ordine Mondiale perde l'Italia, perde definitivamente la partita.
    Cesare Sacchetti : Soffermiamoci un momento su due eventi chiave che si sono verificati nel corso delle ultime due settimane. Lo scorso 15 novembre il ministro della Giustizia, Cartabia, si è recata negli Stati Uniti per una visita durata tre giorni. La storia narrata dai media che la Cartabia sia andata a Washington per cercare delle sponde per una sua eventuale candidatura al Quirinale è completamente falsa. Secondo fonti di intelligence, la Cartabia sarebbe andata a Washington per negoziare con gli ufficiali del dipartimento di Giustizia USA la spinosa questione dell'Italiagate. Le stesse fonti riferiscono che la Cartabia avrebbe conferito prima di partire con gli uomini coinvolti nel golpe contro Trump. Gli autori dell'Italiagate sono estremamente preoccupati perché Trump ha dato ordine di andare fino in fondo e perseguire i responsabili di questo colpo di Stato ai suoi danni. Il 22 novembre, ad una sola settimana di distanza dal viaggio della Cartabia a Washington, giunge praticamente in incognito a Roma il presidente del Forum di Davos, Klaus Schwab, per incontrare Mario Draghi. Palazzo Chigi riporta la notizia dell'incontro con uno scarno comunicato di dieci righe senza nemmeno mostrare una immagine dei due assieme. La sensazione è che questi due eventi, il viaggio della Cartabia a Washington e la visita di Schwab a Roma, siano profondamente collegati. Il deep state internazionale teme che in Italia possa esplodere una situazione tale da sconvolgere gli equilibri politici del Paese. Tutto questo ci conferma ancora una volta come l'Italia assuma un ruolo fondamentale nel piano del Nuovo Ordine Mondiale. Se il Nuovo Ordine Mondiale perde l'Italia, perde definitivamente la partita.
    0 Comments 0 Shares
  • https://welovetrump.com/2021/11/26/all-4-nu-variant-cases-in-botswana-were-fully-vaccinated/
    https://welovetrump.com/2021/11/26/all-4-nu-variant-cases-in-botswana-were-fully-vaccinated/
    0 Comments 0 Shares
  • Durante questo ultimo periodo, è stato scritto varie volte che l'Atto d'Inghilterra è stato annullato.

    Solitamente, viene associato al solo mondo anglosassone questo grande risultato ottenuto da Trump e l'Alleanza.
    Ma non è così.
    Coinvolge il mondo intero.

    Perchè c'è di mezzo il DeepState/Cabala che è dappertutto, è una questione globale ed anche l'Italia, ovviamente è interessata.
    Ed ora è giusto conoscere cosa comporta a livello pratico questo enorme e straordinario cambiamento.

    Prima dell'annullamento dell'Atto la situazione era:
    - Le nazioni non sono più autonome. Sono diventate corporazioni e hanno una natura finanziaria, essendo diventate delle società. Possiedono ancora un proprio territorio, ma ogni scelta politica, finanziaria, organizzativa o di altro genere è subordinata da decisioni prese da altri che danno ordini ai politici etc.

    - tutte le leggi, gli atti amministrativi, giudiziari, legali, fiscali ogni contratto, ogni e qualsiasi decisione è valida solamente per la Cabala che comanda.
    - Lo status attuale giuridico, economico, normativo intervenuto dopo l'anno 1871, compresi i confini nazionali in tutto il mondo hanno valore unicamente per la Cabala.
    - L'essere umano non ha nessun diritto naturale, di scelta e libero arbitrio. Siamo proprietà di altri che nemmeno conosciamo.
    Ora, l'annullamento dell'Atto d'Inghilterra ha azzerato una fetta di tempo che va dal 1871 al 2019 o giù di lì.

    TUTTO QUELLO CHE E' STATO FATTO O DECISO a partire dal 1871 PER VIA POLITICA GIUDIZIARIA AMMINISTRATIVA E' STATO ANNULLATO COMPLETAMENTE.

    Quindi tutti i punti elencati sopra sono stati resi nulli, cancellati, annullati.

    Tutte le decisioni politiche prese da tutti i governi che si sono succeduti negli anni fino al governo Draghi hanno valore zero.
    Avete mai sentito dire che con Gesara tutto canbia? Tutto va quantum? Tutta la politica è diversa e non più partiti? Noi il popolo abbiamo tutta l'autorità e il controllo su tutto? Abbiamo per natura l'immagine di Dio?

    Per questo motivo.
    Hai preso una multa? hai subito una pressione per fare tamponi, per prendere un Jab o altro ancora? TUTTO NULLO. E così via.
    Il problema è che non lo sai e ubbidisci a un pinco pallino che ti impone qualcosa mentre sei libero.

    L'annulamento di quell'Atto d'Inghilterra libera la nazione dalle sue leggi, dalla sua Costituzione corrotta, da giornalisti che ti propinano le falsità etc. etc.

    E' UNA RIVOLUZIONE, ed è ORA.

    Gesara sarà il compimento perfetto di tutto questo.
    Essere liberi ora è una tua scelta anche se fino a Gesara ci sono ancora sofferenze. Destinate a terminare.
    Durante questo ultimo periodo, è stato scritto varie volte che l'Atto d'Inghilterra è stato annullato. Solitamente, viene associato al solo mondo anglosassone questo grande risultato ottenuto da Trump e l'Alleanza. Ma non è così. Coinvolge il mondo intero. Perchè c'è di mezzo il DeepState/Cabala che è dappertutto, è una questione globale ed anche l'Italia, ovviamente è interessata. Ed ora è giusto conoscere cosa comporta a livello pratico questo enorme e straordinario cambiamento. Prima dell'annullamento dell'Atto la situazione era: - Le nazioni non sono più autonome. Sono diventate corporazioni e hanno una natura finanziaria, essendo diventate delle società. Possiedono ancora un proprio territorio, ma ogni scelta politica, finanziaria, organizzativa o di altro genere è subordinata da decisioni prese da altri che danno ordini ai politici etc. - tutte le leggi, gli atti amministrativi, giudiziari, legali, fiscali ogni contratto, ogni e qualsiasi decisione è valida solamente per la Cabala che comanda. - Lo status attuale giuridico, economico, normativo intervenuto dopo l'anno 1871, compresi i confini nazionali in tutto il mondo hanno valore unicamente per la Cabala. - L'essere umano non ha nessun diritto naturale, di scelta e libero arbitrio. Siamo proprietà di altri che nemmeno conosciamo. Ora, l'annullamento dell'Atto d'Inghilterra ha azzerato una fetta di tempo che va dal 1871 al 2019 o giù di lì. TUTTO QUELLO CHE E' STATO FATTO O DECISO a partire dal 1871 PER VIA POLITICA GIUDIZIARIA AMMINISTRATIVA E' STATO ANNULLATO COMPLETAMENTE. Quindi tutti i punti elencati sopra sono stati resi nulli, cancellati, annullati. Tutte le decisioni politiche prese da tutti i governi che si sono succeduti negli anni fino al governo Draghi hanno valore zero. Avete mai sentito dire che con Gesara tutto canbia? Tutto va quantum? Tutta la politica è diversa e non più partiti? Noi il popolo abbiamo tutta l'autorità e il controllo su tutto? Abbiamo per natura l'immagine di Dio? Per questo motivo. Hai preso una multa? hai subito una pressione per fare tamponi, per prendere un Jab o altro ancora? TUTTO NULLO. E così via. Il problema è che non lo sai e ubbidisci a un pinco pallino che ti impone qualcosa mentre sei libero. L'annulamento di quell'Atto d'Inghilterra libera la nazione dalle sue leggi, dalla sua Costituzione corrotta, da giornalisti che ti propinano le falsità etc. etc. E' UNA RIVOLUZIONE, ed è ORA. Gesara sarà il compimento perfetto di tutto questo. Essere liberi ora è una tua scelta anche se fino a Gesara ci sono ancora sofferenze. Destinate a terminare.
    1
    0 Comments 1 Shares
  • Cesare Sacchetti : Stamane Trump ha rilasciato una intervista a Fox News nella quale ha parlato dell'inchiesta condotta da John Durham sullo Spygate, già noto come bufala del Russiagate. Trump è alquanto soddisfatto dei rinvii a giudizio emessi da Durham contro alcuni responsabili del colpo di Stato concepito contro di lui, ma ha anche aggiunto che Durham deve mirare ai vertici di questa operazione eversiva. Al vertice di questo piano c'è Hillary Clinton, che ordinò nel 2016 la fabbricazione di falsi dossier per screditare Donald Trump. Il suo alleato più prezioso in questo senso si trovava nell'ufficio Ovale. Il suo alleato più prezioso era l'allora Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

    Piuttosto che ordinare di arrestare coloro che stavano cercando di incastrare Trump, Obama autorizzò lo spionaggio illegale nei confronti di Trump sotto il falso pretesto di una sua immaginativa "complicità" con la Russia. Obama permise all'FBI di spiare Trump. Tutti gli uomini chiave del deep state hanno partecipato in questa trama eversiva. Hanno partecipato l'ex direttore dell'FBI, James Comey, e l'ex direttore della CIA, James Clapper. Obama avrebbe anche ordinato a Matteo Renzi di coinvolgere i servizi segreti italiani per cercare di incastrare Trump. Trump oggi ha dato a Durham un ordine esplicito. È tempo di rinviare a giudizio gli autori di questo golpe internazionale. È tempo di assestare il colpo definitivo al deep state internazionale.
    https://t.me/realKarliBonne/55628
    Cesare Sacchetti : Stamane Trump ha rilasciato una intervista a Fox News nella quale ha parlato dell'inchiesta condotta da John Durham sullo Spygate, già noto come bufala del Russiagate. Trump è alquanto soddisfatto dei rinvii a giudizio emessi da Durham contro alcuni responsabili del colpo di Stato concepito contro di lui, ma ha anche aggiunto che Durham deve mirare ai vertici di questa operazione eversiva. Al vertice di questo piano c'è Hillary Clinton, che ordinò nel 2016 la fabbricazione di falsi dossier per screditare Donald Trump. Il suo alleato più prezioso in questo senso si trovava nell'ufficio Ovale. Il suo alleato più prezioso era l'allora Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Piuttosto che ordinare di arrestare coloro che stavano cercando di incastrare Trump, Obama autorizzò lo spionaggio illegale nei confronti di Trump sotto il falso pretesto di una sua immaginativa "complicità" con la Russia. Obama permise all'FBI di spiare Trump. Tutti gli uomini chiave del deep state hanno partecipato in questa trama eversiva. Hanno partecipato l'ex direttore dell'FBI, James Comey, e l'ex direttore della CIA, James Clapper. Obama avrebbe anche ordinato a Matteo Renzi di coinvolgere i servizi segreti italiani per cercare di incastrare Trump. Trump oggi ha dato a Durham un ordine esplicito. È tempo di rinviare a giudizio gli autori di questo golpe internazionale. È tempo di assestare il colpo definitivo al deep state internazionale. https://t.me/realKarliBonne/55628
    T.ME
    Midnight Rider Channel
    President Donald J Trump this morning on FOX business on Durham- it should go all the way to the top - they need the courage
    2
    0 Comments 1 Shares
  • Cesare Sacchetti : Uno dei pilastri dell'ideologia globalista è sicuramente l'immigrazione incontrollata e senza regole verso il mondo Occidentale. L'immigrazione è stata utilizzata come una vera e propria arma da parte della grande finanza transnazionale per dare vita ad una opera di eugenetica e ingegneria sociale al tempo stesso. Il fine di questa operazione è quello di sostituire i popoli europei, la loro identità, storia, cultura, religione ed etnia con un magma senza identità fuso ai popoli afro-asiatici. Si tratta in altre parole della sublimazione del cosiddetto piano Kalergi che negli anni'20 fu lautamente finanziato dai Warburg e i Rothschild per concepire il piano di pulizia etnica degli europei e più in generale degli Occidentali. Il mondialismo per poter nascere ha bisogno di sradicare le nazioni e di conseguenza ha bisogno di costruire un popolo artificiale senza una sua vera storia e cultura.

    Uno degli obiettivi di Joe Biden era sicuramente questo, ovvero quello di riaprire i confini con il Messico e lasciare che ondate di immigrati clandestini invadessero il Paese. Joe Biden sta per fare il contrario. La settimana prossima tornerà in vigore la politica di Trump, fondata sul principio della permanenza in Messico degli immigrati clandestini. Più andiamo avanti più vediamo che la cosiddetta amministrazione Biden disattende gli ordini del deep state ed esegue piuttosto quelli degli ambienti contigui a Trump. Tutto questo rafforza ancora una volta quanto diverse fonti militari, e una ormai notevole mole di fatti, hanno dimostrato nel corso dei mesi. Joe Biden non risponde agli ordini del partito democratico. Dallo scorso 20 gennaio, a comandare sono i militari fedeli a Donald Trump.
    https://www.forbes.com/sites/nicholasreimann/2021/11/24/trump-era-remain-in-mexico-immigration-policy-reportedly-may-restart-next-week/?utm_campaign=forbes&utm_source=twitter&utm_medium=social&utm_term=Gordie&sh=4dba2402731f
    Cesare Sacchetti : Uno dei pilastri dell'ideologia globalista è sicuramente l'immigrazione incontrollata e senza regole verso il mondo Occidentale. L'immigrazione è stata utilizzata come una vera e propria arma da parte della grande finanza transnazionale per dare vita ad una opera di eugenetica e ingegneria sociale al tempo stesso. Il fine di questa operazione è quello di sostituire i popoli europei, la loro identità, storia, cultura, religione ed etnia con un magma senza identità fuso ai popoli afro-asiatici. Si tratta in altre parole della sublimazione del cosiddetto piano Kalergi che negli anni'20 fu lautamente finanziato dai Warburg e i Rothschild per concepire il piano di pulizia etnica degli europei e più in generale degli Occidentali. Il mondialismo per poter nascere ha bisogno di sradicare le nazioni e di conseguenza ha bisogno di costruire un popolo artificiale senza una sua vera storia e cultura. Uno degli obiettivi di Joe Biden era sicuramente questo, ovvero quello di riaprire i confini con il Messico e lasciare che ondate di immigrati clandestini invadessero il Paese. Joe Biden sta per fare il contrario. La settimana prossima tornerà in vigore la politica di Trump, fondata sul principio della permanenza in Messico degli immigrati clandestini. Più andiamo avanti più vediamo che la cosiddetta amministrazione Biden disattende gli ordini del deep state ed esegue piuttosto quelli degli ambienti contigui a Trump. Tutto questo rafforza ancora una volta quanto diverse fonti militari, e una ormai notevole mole di fatti, hanno dimostrato nel corso dei mesi. Joe Biden non risponde agli ordini del partito democratico. Dallo scorso 20 gennaio, a comandare sono i militari fedeli a Donald Trump. https://www.forbes.com/sites/nicholasreimann/2021/11/24/trump-era-remain-in-mexico-immigration-policy-reportedly-may-restart-next-week/?utm_campaign=forbes&utm_source=twitter&utm_medium=social&utm_term=Gordie&sh=4dba2402731f
    WWW.FORBES.COM
    Trump-Era ‘Remain In Mexico’ Immigration Policy Reportedly May Restart Next Week
    President Joe Biden has vowed to end the practice, but his efforts have been blocked by the courts.
    0 Comments 0 Shares
  • L'Era dell'Oro - Antonella e Werner
    Il deposito della Corte Suprema sulla frode elettorale del 2020:

    Martedì 23 novembre è stata la data della Corte Suprema per ascoltare una causa per frode elettorale del 2020 presentata da più procuratori generali dello Stato. Tuttavia alcune firme dei procuratori generali promesse per la petizione devono ancora essere ottenute. Lindell ha promesso di pubblicare la petizione se i procuratori generali non fossero arrivati entro mercoledì 24 novembre: https://rsbnetwork.com/news/mike-lindell-announces-election-lawsuit-will-be-brought-to-supreme-court-on-november-23/ https://mypatriotsnetwork.com/patriot/mike-lindells-lawsuit-for-scotus/

    Il deposito della Corte Suprema: Stanno chiedendo alla SCOTUS di annullare la certificazione del 6 gennaio in modo che la Corte possa ordinare una nuova votazione per il Presidente e il VP alla Camera e al Senato. Facendo valere il fatto che se dimostrano, attraverso le prove nei loro documenti, che questi 5 stati si sono effettivamente impegnati in frodi elettorali abbastanza gravi da togliere il diritto di voto agli stati che hanno firmato questa denuncia [se ce ne sono], non c'è un vero rimedio al furto elettorale perché le persone che hanno beneficiato di questo furto ora controllano gli altri due rami del governo - l'esecutivo e il legislativo. Quindi chiedere alla Corte di annullare la certificazione promulgata il 6 gennaio che era basata sulla frode è l'unico rimedio. A meno che non abbiamo un sistema in cui se si ruba con successo e viene certificato, non c'è rimedio.

    Sappiamo tutti che Marc Elias e la sua allegra falange di avvocati che hanno fatto il giro dei campi di battaglia prima delle elezioni del 2020 per intentare cause e fare accordi con dirigenti in GA, PA, WI, MI e AZ per creare un massiccio aumento del 94% del voto per corrispondenza non lo stavano facendo a causa della pandemia di COVID. Quella era la scusa di copertura per la frode che stavano attuando mentre facevano un deliberato giro intorno alle legislature statali. Dobbiamo ricordare che la pandemia di COVID è 1) come hanno rubato le elezioni, preso il potere da Trump, e 2) ora usano la pandemia come scusa per continuare ad espandere il loro potere e controllo.

    Questo potrebbe benissimo essere la loro rovina; più contee come questa, piene fino all'orlo della loro arroganza e vittoria per aver rubato "con successo" le elezioni del 2020, ammettendo allegramente per iscritto che hanno deliberatamente distrutto centinaia di migliaia di registri elettorali in diretta sfida alla legge. E sfidando chiunque a fare qualcosa al riguardo. Ecco un funzionario della Contea di Fulton, GA, che si fa sfacciatamente beffe della richiesta di VoterGA per i dati elettorali che sono tenuti per legge a conservare: "Non abbiamo più questi dati elettorali. Brutta storia. Fa schifo essere voi.

    Tutti questi problemi che avrebbero dovuto impedire a GA SecState Raffensperger di certificare i risultati elettorali complessivi dello stato erano ben noti ed erano stati stabiliti prima del voto del Collegio Elettorale del 6 gennaio. La lettera del Sen. Ligon al Presidente Trump è datata 2 gennaio 2021.

    Dopo che 6.000 voti nella contea di Antrim sono stati 'magicamente' scambiati da Trump a Biden, è stato dato uno sguardo più attento. Sono sicuro che c'è una spiegazione perfettamente innocente per le macchine Dominion nella contea di Antrim che hanno un indirizzo IP che andava direttamente a Taiwan. E quella macchina Dominion era configurata per comunicare con questo IP straniero a Taiwan su una rete privata.

    Il fatto che Boockvar sia andata avanti e abbia certificato quell'elezione comunque in diretta violazione del codice elettorale dello stato di PA - e alla luce di tutto il massiccio sovra-voto che è avvenuto in quello stato - potrebbe essere sul punto di raggiungerla. Sidney ha sempre avuto ragione: Trump e la sua massiccia base hanno rotto il loro sistema di frode. Sono stati costretti a fare cose comiche e ovvie per rubarlo.
    Mike Lindell announces election lawsuit will be brought to Supreme Court on November 23
    MyPillow CEO Mike Lindell announced that multiple state attorneys general will bring an election fraud lawsuit before the United States Supreme Court...
    L'Era dell'Oro - Antonella e Werner Il deposito della Corte Suprema sulla frode elettorale del 2020: Martedì 23 novembre è stata la data della Corte Suprema per ascoltare una causa per frode elettorale del 2020 presentata da più procuratori generali dello Stato. Tuttavia alcune firme dei procuratori generali promesse per la petizione devono ancora essere ottenute. Lindell ha promesso di pubblicare la petizione se i procuratori generali non fossero arrivati entro mercoledì 24 novembre: https://rsbnetwork.com/news/mike-lindell-announces-election-lawsuit-will-be-brought-to-supreme-court-on-november-23/ https://mypatriotsnetwork.com/patriot/mike-lindells-lawsuit-for-scotus/ Il deposito della Corte Suprema: Stanno chiedendo alla SCOTUS di annullare la certificazione del 6 gennaio in modo che la Corte possa ordinare una nuova votazione per il Presidente e il VP alla Camera e al Senato. Facendo valere il fatto che se dimostrano, attraverso le prove nei loro documenti, che questi 5 stati si sono effettivamente impegnati in frodi elettorali abbastanza gravi da togliere il diritto di voto agli stati che hanno firmato questa denuncia [se ce ne sono], non c'è un vero rimedio al furto elettorale perché le persone che hanno beneficiato di questo furto ora controllano gli altri due rami del governo - l'esecutivo e il legislativo. Quindi chiedere alla Corte di annullare la certificazione promulgata il 6 gennaio che era basata sulla frode è l'unico rimedio. A meno che non abbiamo un sistema in cui se si ruba con successo e viene certificato, non c'è rimedio. Sappiamo tutti che Marc Elias e la sua allegra falange di avvocati che hanno fatto il giro dei campi di battaglia prima delle elezioni del 2020 per intentare cause e fare accordi con dirigenti in GA, PA, WI, MI e AZ per creare un massiccio aumento del 94% del voto per corrispondenza non lo stavano facendo a causa della pandemia di COVID. Quella era la scusa di copertura per la frode che stavano attuando mentre facevano un deliberato giro intorno alle legislature statali. Dobbiamo ricordare che la pandemia di COVID è 1) come hanno rubato le elezioni, preso il potere da Trump, e 2) ora usano la pandemia come scusa per continuare ad espandere il loro potere e controllo. Questo potrebbe benissimo essere la loro rovina; più contee come questa, piene fino all'orlo della loro arroganza e vittoria per aver rubato "con successo" le elezioni del 2020, ammettendo allegramente per iscritto che hanno deliberatamente distrutto centinaia di migliaia di registri elettorali in diretta sfida alla legge. E sfidando chiunque a fare qualcosa al riguardo. Ecco un funzionario della Contea di Fulton, GA, che si fa sfacciatamente beffe della richiesta di VoterGA per i dati elettorali che sono tenuti per legge a conservare: "Non abbiamo più questi dati elettorali. Brutta storia. Fa schifo essere voi. Tutti questi problemi che avrebbero dovuto impedire a GA SecState Raffensperger di certificare i risultati elettorali complessivi dello stato erano ben noti ed erano stati stabiliti prima del voto del Collegio Elettorale del 6 gennaio. La lettera del Sen. Ligon al Presidente Trump è datata 2 gennaio 2021. Dopo che 6.000 voti nella contea di Antrim sono stati 'magicamente' scambiati da Trump a Biden, è stato dato uno sguardo più attento. Sono sicuro che c'è una spiegazione perfettamente innocente per le macchine Dominion nella contea di Antrim che hanno un indirizzo IP che andava direttamente a Taiwan. E quella macchina Dominion era configurata per comunicare con questo IP straniero a Taiwan su una rete privata. Il fatto che Boockvar sia andata avanti e abbia certificato quell'elezione comunque in diretta violazione del codice elettorale dello stato di PA - e alla luce di tutto il massiccio sovra-voto che è avvenuto in quello stato - potrebbe essere sul punto di raggiungerla. Sidney ha sempre avuto ragione: Trump e la sua massiccia base hanno rotto il loro sistema di frode. Sono stati costretti a fare cose comiche e ovvie per rubarlo. Mike Lindell announces election lawsuit will be brought to Supreme Court on November 23 MyPillow CEO Mike Lindell announced that multiple state attorneys general will bring an election fraud lawsuit before the United States Supreme Court...
    RSBNETWORK.COM
    Mike Lindell announces election lawsuit will be brought to Supreme Court on November 23
    MyPillow CEO Mike Lindell announced that multiple state attorneys general will bring an election fraud lawsuit before the United States Supreme Court on Tuesday, Nov. 23. Lindell told RSBN in September that he planned to bring the case before the nation's highest court by Thanksgiving, hoping th
    0 Comments 0 Shares
  • Trump ha appena pubblicato un comunicato nel quale esorta ad accelerare la procedura per decertificare le elezioni in Arizona. Abbiamo visto che l'Arizona è lo stato chiave per dare il via all'effetto domino che porta alla decertificazione degli altri stati dove si è consumata la frode elettorale. Trump ha esplicitamente detto di accelerare i tempi. Questo ci conferma ancora una volta che Trump non ha minimamente in mente di candidarsi nel 2024. Trump ha in mente una tabella di marcia ben precisa per il suo ritorno ufficiale anticipato, e ha chiesto ai suoi uomini di rispettarla. Questo è più di un comunicato. Questo è un vero e proprio ordine al Parlamento dell'Arizona. L'elezione va decertificata il prima possibile. Trump vuole con ogni probabilità già essere di nuovo ufficialmente presidente nella prima metà del 2022.
    Trump ha appena pubblicato un comunicato nel quale esorta ad accelerare la procedura per decertificare le elezioni in Arizona. Abbiamo visto che l'Arizona è lo stato chiave per dare il via all'effetto domino che porta alla decertificazione degli altri stati dove si è consumata la frode elettorale. Trump ha esplicitamente detto di accelerare i tempi. Questo ci conferma ancora una volta che Trump non ha minimamente in mente di candidarsi nel 2024. Trump ha in mente una tabella di marcia ben precisa per il suo ritorno ufficiale anticipato, e ha chiesto ai suoi uomini di rispettarla. Questo è più di un comunicato. Questo è un vero e proprio ordine al Parlamento dell'Arizona. L'elezione va decertificata il prima possibile. Trump vuole con ogni probabilità già essere di nuovo ufficialmente presidente nella prima metà del 2022.
    1
    0 Comments 1 Shares
No data to show